CHI SIAMO

 

Jam Architettura     Servizi     Jacopo Muzio Treccani     Pubblicazioni     Clienti     Storia

"L'architetto è un muratore che ha studiato latino."
(A. Loos)

JAM ARCHITETTURA si occupa di disegno di interni, ristrutturazioni e nuove costruzioni per commercio, residenze e uffici. Lo studio dal 2012 fa parte del Design Index, gli indirizzi del design italiano selezionati dalla rivista Interni. Dal 2014 fa parte dei progettisti selezionati da Mosca & Partners. Dal 2008 ha pubblicato sulle testate di Abitare, Interni, Domus, ecc.

I NOSTRI SERVIZI

 

I servizi offerti dal nostro studio professionale sono: sopralluoghi preliminari, verifica idoneità degli ambienti in riferimento alla normative vigenti (PGT, Regolamento Edilizio comunale, Asl, Vigili del fuoco), verifica conformità tra atti di vendita, catasto e progetti depositati in Comune // Rilievi stato di fatto, progetti preliminari, progetti definitivi, progetti esecutivi. // Capitolati d’appalto, cernita maestranze e organizzazione gare di appalto. // Pratiche edilizie comunali e regionali (paesaggistiche, CIAL, SCIA, Sanatorie, ecc.). // Licenze commerciali per locali ad uso pubblico. // Direzione lavori. // Progetti strutturali (ingegnere interno allo studio). // Progetti energetici e acustici (architetto specializzato esterno allo studio). // Coordinamento della sicurezza (architetto specializzato interno allo studio). // Consulenze economico-immobiliari e perizie tecniche di parte per condomini e singoli privati (pareri tecnici, cause civili, ecc.). // Direzione lavori.

Jacopo Muzio Treccani

JACOPO MUZIO TRECCANI

Laureatosi in Architettura al Politecnico di Milano, dal 2005 è iscritto all’Ordine degli Architetti di Milano e all’Ordine Speciale dei Giornalisti. Dal 2000 al 2003 ha collaborato con l’architetto Umberto Riva e Giovanni Drugman. Dal 2003 al 2008 ha collaborato con lo Studio Gregotti Associati International. Dal 2008 è Coordinatore del Comitato Scientifico della Fondazione Corrente Onlus di Milano. Dal 2012 è Assistente a contratto presso il Politecnico di Milano in diversi corsi di Composizione Architettonica (E. Battisti, R. Dorigati, C. Zucchi). Dal 2018 è socio AICI (Associazione Italiana Consulenti, Gestori e Valutatori Immobiliari) e collabora con R4M engineering. Nel 2018 ha conseguito il titolo di Master universitario di II livello presso il Politecnico di Milano in pianificazione, programmazione e progettazione di sistemi ospedalieri e socio-sanitari.

PUBBLICAZIONI

Studio jam dal 2012 fa parte del Design Index, gli indirizzi rappresentativi del Design Italiano selezionati ogni anno dalla rivista internazionale Interni. Dal 2014 fa parte dei progettisti selezionati da Mosca & Partners. Dal 2008 ha pubblicato sulle testate di Abitare, Interni, Domus, ecc. Lo studio ha seguito diversi progetti e realizzazioni in Italia e all’estero (Parigi, Nizza, Mosca).

CLIENTI

STORIA

L’attività dello Studio Muzio inizia a Milano negli anni venti del secolo scorso e si sviluppa attraverso quattro generazioni di ingegneri e architetti. L’ing. Lorenzo Muzio (1890-1970), dopo aver seguito e diretto con FS importanti realizzazioni (linea ferroviaria Milano-Lione, Stazione di Venezia Santa Lucia, ecc.), ha aperto il proprio studio di ingegneria civile a Milano, in Via Razza 3, specializzandosi in edilizia industrializzata per complessi nazionali ed internazionali (Palmolive, Montecatini, Italsider, ecc.). L’ing. Guido Muzio (1924-1994) ha proseguito l’attività, fino alla fine degli anni ’80. L’arch. Italo Muzio (1916-1947), prematuramente scomparso, assistente di Urbanistica al Politecnico di Milano con Luigi Dodi a metà anni ’40, con studio in Via Cappuccio 10, nell’arco di pochi anni progettò e realizzò diversi condomini residenziali nel centro storico di Milano e non solo (nelle foto: Via Delle Asole 2/ Piazza S.M. Beltrade, Via Giardini/ Via Pisoni 6, Via Fatebenefratelli 19, Via Cellini 4, Villa a Caglio). L’arch. Valerio Muzio (1945), dopo l’attività politica e di fotografo professionista di architettura, con studio in Alzaia Naviglio Pavese 8, ha lavorato come dirigente presso la Regione Lombardia. Jacopo Muzio Treccani (1975) è libero professionista dal 2000; dal 2005 è iscritto all’Ordine degli architetti, pianificatori, paesaggisti e conservatori di Milano al numero 14856.

(Bibl. storica: Giò Ponti in “Stile”, N.3-4, Marzo-Aprile 1947, Garzanti Editore, p.18; “Il Popolo”, 19.09.1948; Annuario Politecnico di Milano, “A.A. dal 1941-44 al 1946-47”, Milano 1951; Alessandro Lissoni, “Ville e casette”, G.G.Gorlich Editore, Milano 1947)